Come fare la Totale Consacrazione

Guida per la consacrazione totale.

Per farla bisogna prima conoscerla, leggere e studiare il Trattato della Vera Devozione scritto da S. Luigi di Montfort ed altri libri che parlano della Schiavitù. Partecipare alla catechesi, agli incontri e ritiri che trattano questo argomento. Queste pratiche sono importanti per approfondire e prepararsi bene all’atto di consacrazione.

 

Così, coscienti della natura di questa pratica e delle sue esigenze nella vita è necessario scegliere prima il giorno della Consacrazione (preferibilmente una festa mariana) in modo da poter iniziare gli esercizi preparatori che durano un mese.

Questa è la sequenza della preparazione:

I- Dodici giorni preliminari – Per staccarsi dallo spirito del mondo e acquistare lo Spirito di Dio. Si medita sulla nostra vocazione alla santità, distaccandoci da tutto ciò che può ostacolarla.

II- Prima settimana – Per la conoscenza di se stessi. E’ un periodo nel quale un profondo esame di coscienza ci deve condurre a crescere nel cercare di essere sempre piacevoli a Dio.

III- Seconda settimana Per conoscere la Santissima Vergine, chi è, la sua missione, le grazie delle quali è piena, le sue sublimi virtù, i suoi privilegi, etc. Quanto più la conosceremo, più la ameremo e la onoreremo come Lei merita.

IV- Terza settimana – Per la conoscenza di Gesù Cristo, nostro grande Signore e Dio, nostro ultimo fine. Dobbiamo meditare il mistero della Sua incarnazione, vita, passione, morte e Glorificazione. Dobbiamo contemplare il suo esempio trascinante, la sua persona e dottrina in tal modo che con profonda convinzione possiamo credere in Lui, amarLo con ardente amore e nutrire il desiderio di farLo conoscere, amare e adorare da tutti.

In questa preparazione di un mese (o 33 giorni), si farà una confessione generale. Nel giorno scelto (meglio una festa della Madonna) si partecipa al Santo Sacrificio della Messa, ricevendo Gesù nel Santissimo Sacramento. Dopo il ringraziamento e come sua coronazione si fa la consacrazione con la formula copiata (sarebbe meglio con le proprie mani) e firmata. Il sacerdote che conosce e appoggia l’atto di consacrazione firmerà come testimone la formula pronunciata e benedirà le catene e/o altro segno esterno di tale pratica.

Entre em contato conosco

Por favor escreva sua mensagem aqui:

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca